martedì 6 agosto 2013

il mio giradino 2013

ecco questo e' il mio giardino del 2013. e' da considerare che io provendo dal nordwest dell'inghilterra da machester dove il clima e' quello dei piu umidi e freddi in estate.. per fortuna quest'anno e' arrivata una ondata di caldo di 3 settimane a luglio che mi ha dato la fortuna di far crescere le mie piante ma ora le temperature sono tornate ad essere 10/18 gradi... speriamo che i frutti arrivano a maturazione cosiderando anche che cio che coltivo e' tutto in vaso o contenitori vari...

questo e' il mio unico fico nato questanno finalmente sta diventando maturo..

queste invece solo le zucchine tonde di piacenza

queste sono le zucchine bianche di trieste

questi sono l'unica cosa cche sta cresendo un piccolo pezzo di terra largo 40 cm... i nastruzio dell'anno scorso avranno lasciasto qualche semino ed ora c'e una foresta in questo angolo... meglio mi tiene gli affidi lontano dalle zucchine

questa incvece la zucchina strianta pugliese
 queste le zucchine san pasquale

 zucchina alberello di sarzana
 pomodoro inglese hundred and thousand a cascata...
https://www.google.co.uk/search?q=tomato+hundreds+and+thousands&newwindow=1&client=firefox-a&hs=g6o&rls=org.mozilla:en-US:official&source=lnms&sa=X&ei=WlgBUuHwHM26hAfAl4DoBw&ved=0CAgQ_AUoAA&biw=1366&bih=639

pomodoro tumbler per cestini da appendere che per causa di spazio ora e seduto su uno scaffale

 carosello mezzolungo di polignano

 pomodoro peacevine.. possiede delle proprieta' calmanti

 pomodoro goccia di miele chiamato medovaya klapya a foglia di patata
http://t.tatianastomatobase.com:88/wiki/Medovaya_Kaplya
 pomodoro nero cereza azul
 pomodoro corno delle ande ( des andes)
http://t.tatianastomatobase.com:88/wiki/Cornue_Des_Andes
 pomodoro giallo d'inverno
 pomodoro canestrino di luca
 pomodoro selvatico Lycopersicon pimpinellifolium
 http://www.pfaf.org/user/Plant.aspx?LatinName=Lycopersicon+pimpinellifolium
 pomodoro aramyalma
http://www.adaptiveseeds.com/product/tomato-aranyalma

 pomdoro tumbler
 e per finire melanzane e peperoni che per la terza volta ho problemi a farli crescere... almeno questanno stanno crescendo ma con tanta lentezza... speriamo che maturano
 pomodoro biancaneve snowhite
http://store.tomatofest.com/Snow_White_Tomato_Seeds_p/tf-0455.htm
 pomodoro cuore di bue bianco
 pomodoro caspian pink
http://www.igrowtomato.com/caspian-pink-beefsteak-tomatoes/
appena maturano poi faro un post in italiano su ogni varieta con foto varie
grazie

mercoledì 23 gennaio 2013

Le patate anno 2013

Ecco le patate che coltiverò quest'anno. Ho comprato 6 varietà diverse di cui le metterò a dimora a meta febbraio e inizi di marzo nella mia serra ma le pianterò in diversi vasi.
3 di queste varietà ( pentaland javelin, swift, e red duke of york) sono le famose quarantine che saranno piantar nei secchi da 10 litri come l'anno scorso. Invece le charlotte sono una varietà che è una quarantina tardiva chiamiamola sessantina e verra seminata in box di polistirolo 3 per ogni box. Poi due varietà ( Picasso e salad blue) sono le proprie vere patate che maturano a settembre ottobre e le coltiverò 4 in bidoni da 80 litri o sacchi di patate. In oltre avendo un po' di patate quarantine rimaste le conservo in frigorifero per evitare che germogliano e piantarle a fine agosto per natale. Se il mio piano funziona avrò patate da giugno fino a novembre- dicembre. Ora sono in cartoni da uova sul davanzale della finestra a germogliare.

martedì 13 novembre 2012

la mia serretta

dopo un anno molto difficile nel mio giardino, con piogge continue e giornate fredde e nuvolose ho deciso di prendere una serra cosi da poter coltivare i miei ortaggi mediterranei preferiti tipo melanzane peperoni peperoncini e soprattutto zucchine e pomodori...
lo so le zucchine dentro casa non ci vivono altrimenti non possono essere impolinati ma considerando che coltivo tutto in vasi almeno finche la pianta ha sviluppato un apparato radicale buono e la pianta ha raggiunto una buona grandezza prima che si sviluppano i fiori femmina restera' al riparo dentro la serra.. per i pomodori invece l'impolinazione e' molto semplice e testata anche usando uno spazzolino elettrico da denti le vibrazioni e apppoggiando le setole sopra il fiore simula la vibrazione provocata dalle ali delle api.. stessa cosa per peperoni e melanzane ma per permettere anche che i fiori sviluppano i frutti l'aiuto di un spruzzino d'acqua e' anche un buon metodo...
in oltre guardando la serra sembra anche molto robusta infatti e' tutto bullonata e barre diagonali per dare ulteriore stabilita'..
a meta' altezza ha anche delle barre orizzontali perfetter per appendere dei vasi o cestini di terra con fragole e pomodorini... non vedo l'ora che la stagione 2013 inizia inquanto e' troppo tardi per pensare per l'inverno....




giovedì 13 settembre 2012

preparazione balle per la produzione di funghi

oggi vi racconto come procedo per la produzione delle balle fatte di cartoni e caffe usato per la produzione dei funghi. dopo tanti tentativi sono riuscito ad ottenere una tecnica molto affidabile. per far si che il micelio cresca nel substrato bisogna favorire le condizioni ideali cioè umidità sul 90% e temperature sui 20 25 gradi e al buio. l'umidità e' importante per lo sviluppo del micelio ma un substrato molto bagnato favorisce invece la contaminazione da muffe. oltre tutto c'è bisogno anche una ventilazione in quanto il micelio produce anidride carbonica e necessita di ossigeno per svilupparsi e se non ci sono questi scambi d'aria il micelio crescendo in un posto saturo di anidride carbonica smette di crescere e incomincia la fruttificazione ma non essendo sviluppato completamente il fungo muore prima che si sviluppa il cappello, inoltre dando più possibilità a batteri anaerobi di svilupparsi e di contaminare il tutto.
ora detto questo ecco il mio procedimento: prima di tutto bisogna procedere alla pastorizzazione dei cartoni tagliati in pezzi piccoli in una bacinella piena d'acqua a 80 gradi per 10 15 minuti...


 dopo di che solare il tutto e mettere dentro una federa per i cuscini e far un bel nodo...



a questo punto i cartoni sono zeppi d'acqua e l'unico modo che ho trovato per garantire la giusta umidita' e mettere il fagotto fatto nella lavatrice impostando solo la centrifuga.
appena finito svuotare il tutto in un contenitore pulito  ( io uso la bacinella che ho usato per pastorizzare i cartoni)


dopo di che versare le spore ( guardate questo link per ottenere le spore http://enricoveguk.blogspot.co.uk/2012/06/funghi-pleurotus.html) e il caffe usato ( normalmente il caffe' va usato al 20 30% del peso dei cartoni umidi).. la quantita' di spore varia dal 5 al 20% del volume dipende da quanta precauzione si ha e se si lavora in ambienti sterili ma visto che io faccio tutto in cucina preferisco usare il 20% in modo di accelerare la produzione del micelio e ridurre il rischio di contaminazione.



ora mischiare il tutto e versare il tutto in una busta nera ( io preferisco usare anche una scatola in modo da dare una forma rettangolare e facile da sistemarla nei pensili e di evitare contaminazione e diffondere il micelio nei pensili) e chiudere il tutto con il coperchio dello scatolo di pastica facendo dei buchi e coprirli con della ovatta artificiale quella usata per i cuscini.





 ora lasciate il tutto per almeno 2 settimane in un pensile di casa e poi controllate che il tutto sia diventato bianco tipo una bella nuvoletta come potete vedere dalla foto

dopo di che togliete la busta dallo scatolo chiuede il sacco e con un coltello fate dei tagli o buchi intorno... in questo modo l'ossigeno entrando da quei buchi fara produrre i funghi solo da quei buchi..

ora considerando la mancanza di spazio e le temperature fredde il mio risultato e' stato un po' scarso ma come potete vedere dalle foto sono cresciuti...

 l'importante e' di mantenere l'umidita' spruzzando la balla 2 3 volte al giorno e che sia in un posto ben ventilato e ben illuminato ma non a luce diretta...i davanzali delle finestre sono perfetti.



lunedì 2 luglio 2012

pasta con cime di zucchine

ciao a tutti l'altro giorno sono uscito nel giardino e ho trovato 2 zucchine e qualche fiore... siccome non e' molto ho pensato di tagliare qualche foglia di zucchina e fare due spaghetti con le cime di zucchine.

prima di tutto bisogna togliere i filamenti delle foglie con un coltello.


dopo di che tagliate tutte le foglie e le zucchine a pezzi e tenere i fiori da parte.
mettere una pentola con abbondante acqua salata e al primo bollore aggiungere ele zucchine e le foglie, dopo 5 min aggiungere la pasta.


quando la pasta e' cotta, scolarla e saltare in padella con olio aglio e i fiori.


servire possibilmente con della ricotta marzotica ( comunemente chiamata ricotta dura)


domenica 24 giugno 2012

funghi pleurotus

ciao a tutti
nell'ultimo mese mi sono dedicato ad un alimento molto apprezzato dalla gente:i funghi
dopo un giro sul web ho scoperto che in america e in Inghilterra e' diffusa la coltivazione di funghi selvatici ( che alla fine non sono piu' selvatici) usando prodotti di riciclaggio a base di cellulosa...
infatti molti funghi selvatici i piu' famosi i pleurotus ( tra cui appartiene il cardoncello) crescono proprio su substrati a base cellulosa tra cui paglia, segatura, legno... ma la cosa piu' interessante e' che loro crescono anche su cartoni, e polvere di caffe'.
infatti il caffe' che noi beviamo non e' altro solo 1% del caffe' va nella nostra tazza il resto lo si butta. ma questa polvere rimasta e' ricca di fibra che e' costituita da cellulosa. per di piu' il caffe' e' anche sterilizzato dall'acqua bollente che l'attraversa quindi con un minore rischio di contaminazione... ora questo e' solo un primo post perche' volevo condividere questo mio progetto con voi ma non e' al 100% completato visto che i risultati sono abbastanza scarsi...
purtroppo la fase di sviluppo del micelio e' molto delicata e a volte si rischia di contaminare il substrato e quindi di gettare via tutto. finora solo alcuni vasi sono stati gettati dovuto dalla contaminazione e poi devo cercare di perfezionar la fase di colonizzazione visto che i cartoni inoculati sono passati gia' alla fase di fruttificazione prima di essere 100% colonizzato
comunque ecco alcune foto dei primi tentativi.
tentativo 1: prima di colonizzasi ha prodotto questo funghetto che poi si e' essiccato..

tentativo 2: questo e' il cardoncello sta crescendo ma avrei preferito che si colonizzasse di piu'

tentativo 3: questi sono i funghi ostriche cresciuto nel caffe'... ora sta crescendo e il caffe' si colonizza molto meglio.. forse e' la carenza di nutrimenti nei cartoni che blocca la colonizzazione

tentativo 4: ho preparato un nuovo campione aggiungendo piu' cartoni per ora e man mano che si colonizzera' aggiungero' il caffe'. speriamo
ora provero' ad usare entrambi visto che altri tentativi fatti con il caffe' hanno prodotto la muffa.
secondo un sito specializzato di funghi ( sito inglese) e' consigliato di partire da una colonizzazione dai cartoni visto che l'assenza di nutrimenti il rischio di contaminazione e' minimo e poi aggiungere un po' di caffe' alla volta per finire la colonizzazione e innestare la fase di fruttificazione.
speriamo che vada bene e sto cercando anche a provare a produrre le spore da me ma richiede un ambiente altamente sterile...

PREPARAZIONE DELLE SPORE
oggi ho deciso di aggiornare questo post visto che i precedenti tentativi non mi hanno dato risultati molto soddisfacenti... il problema e dovuto dalla mancanza di un ambiente sterile, temperature variate e presenza di luce..
quello che pensavo che i funghi stavano crescendo in realta' non  e' altro una falsa partenza della fase di fruttificazione ma non essendo pronto per lo svilutto di fughi quei piccoli funghetti si sono essicati.. il substrato deve incominciare a fruttificare solo quando il substrato e stato pienamente colonizzato. la falsa fruttificazione avviene se il substrato viene a contatto con una fonte di luce molto forte, canbiamenti di temperatura...
allroa dopo un po' di ricerche ho capito che devo partire da zero ma facendo le cose un passo alla volta. prima di tutto bisogna crearsi le spore e il metodo piu' veloce per me e' stato quello di inoculare parte delle spore ( grano gia colonizzato) al grano sterile ecco i dettagli:
come base ho scelto i semi che si danno agli uccelli e prima di tutto va lavato per bene finche' l'acqua non risulta limpida.. dopo bisogna lasciare a mollo per almeno 12 ore, dopo lavarli per togliere quella patina gelatinosa che si e' formata...
ora si puo' procedere in due modi: la prima e' quello di mettere i semi in un vasetto di vetro per la sterilizzazione fatta in una pentola a pressione, l'altro invece prevede la sobbolitura dei semi in modo dafar assorbire piu' acqua possibile e bloccare la germinazione dei semi. dopo la sobbolitura ( 20-30 min) i semi vano risciacquati e scolati per bene... ora io ho provato entrambi i modi.
dopo di che mettere i semi nei vasetti di vetro e chiuderli con il tappo che e' stato precedentemente bucato ( all'incirca 15mm) e riempito con del polyfill ( prodotto sintetico tipo ovatta che si trova nei cuscini) che servira' da filtro per i scambi gassosi ( un accumolo di anidride carbonica favorisce la contaminazione).
ora bisogna fare la sterilizzazione nella pentola pressione... non e' congliabile la pentola normale visto che le temperature nella pentola a pressione e' di 130 gradi che non e' possibile avere nella pentola normale. coprite i tappi con un po' di carta argentata per evitare che l'acqua entri nel vaso. riempire l a pentola fino a coprire a meta' i barattoli e mettere una griglietta sotto per evitare che al contatto con la pentola si rompono i vasi.. la sterilizzazione va fatta per 90 min contanto dal primo fischio delle pentola.. dopo lasciar che la pentola perda pressione, aprire e agitate i barattoli per evitare che si attaccano. dopo che i semi si sono raffreddati procedere alla innoculazione.
come gia detto ho usato dei semi gia' colonizzati comprati da un venditore di spore.
ora assicurasi che ci sia un po' di igiene in giro ( lavarsi le mani e dissinfettare il tavolo di lavoro e possibbilmente indossare una mascherina o evitate di respirate direttamente dentro il barattolo) aprite i barattoli agggiungere le spore, chiudere e sbattere il vasetto in modo da diffondere le spore.
mettere i barattoli in un posto ben aereato e con temperature sui 20-25 gradi evitando il contatto con la luce.



questo e' il barattolo dopo l'inoculazione ( a sinistra) e dopo tre giorni ( a destra)
come vedete quella muffetta bianca e' il micelio che si sta diffondendo, quando tutto il grano sara' bianco la colonizzazione e' completata.
ecco dopo 10 giorni come si prestenta la bottiglia
  ora visto che il micelio si e' sviluppato e colonizzato tutta la bottiglia si puo' inoculare il substrato..
come substrato per ora sto cercando di utilizzare materiale reciclato dal ristorante in cui lavoro.. il substrato e' un misto di caffe esausto dell'espresso e cartoni corrugati... il caffe' e' gia' sterilizzato durante la produzione dell'espresso. il tutto deve essere mishiato e aggiungere solo una piccola quantita' di acqua e permettere i cartoni tagliati a piccoli pezzi di assorbire l'acqua che e' presente e assorbire l'eccessiva umidita' presente nel caffe'... il tutto deve risultare umido ma non bagnato altrimenti si sviluppano le muffe.
dopo aver preparato il substrato e' consigliabile innocularlo con il 10% di spore. fatto questo mescolare il tutto , coprire con pellicola o in una busta e aggiugere della polyfill come filtro


aggioranmento 29/07/12
queste foto sono il risultato di un'altro blocco preparato ma ho cambiato la tecnica per  la pastorizzazione dei cartoni....
i cartoni li ho messi in acqua a 80 gradi e li ho lasciati per una decina di minuti finché la temperatura non scende sui 60 gradi.. dopo per assicurarsi che non sono tanto bagnati e che abbia una giusta quantita di umidita' ( tanta acqua rallenta la colonnizzazione e aumenta il rischio di contaminazione) ho messo i cartoni bagnati dentro un copri cuscino e messo il tutto in lavatrice mettendo solo la centrifuga in funzione... dopo i cartoni erano umidi ma non bagnati e in 2 settimane di tempo il tutto era gia ben colonizzato...
conme vedete si sono creati i primi chiodini... ora tra 2 settimane si formeranno i funghi


vi terro' aggiornati

venerdì 1 giugno 2012

I miei primi ortaggi

Appena tornato da 5 giorni di relax a Londra il mio orto-giardino sembrava non fosse il mio. I piselli e mangia tutto erano già sviluppati, le fragole ancora bianche erano grandi, le fave piene di fiori, le mele ingrossate, le zucchine in fiore, etc... Che spettacolo non vedo l'ora di incominciare a mangiare i miei ortaggi.. Bring them on!!!

piselli e mangia tutto sono in crescita..

 non ho potuto resister a mangiare un mangia tutto anche se ancora piccolo il suo sapore era gia buono...


fave... guarda quanti fiori

 sono rimasto stupito quando ho visto tutti quest fiori di fave...se solo avessi delle cicorie sarebbe buono fare il famoso puree' di fave e cicorie come la mia mamma sa fare... mi accontentero' solo di fave.

zucchine e altro
 appena le mie patate verrano raccolte i peperoni melanzane pomodori e altro andranno a sostitutirle...

la mia piccola serrina...
 nella mia serrina ho contato oltre 200 vasetti misti... ora molti di questi sono fuori sul tavolo xke erano cresciuti cosi tanto che non c'e spazio.. infatti il nastruzio e' tutto annodato e forse domani andranno a dimora fuori...

mele
 ero stupito quando ho visto queste piccole olive uscire dai fiori delle mele...solo che non ricordo se queste sono mele rosse o golden... vedremo quando saranno mature....

torre di fragole
 anche se non sono mature e' una soddisfazione vedere le fragole belle ingrossate..in piu' ho notato due baby piante provenienti da una pianta ( non so il nome ma chiamate runners in inglese)

fiore di zucchina
 ecco le prime zucchine in uscita... ma senza fiori maschi non c'e' tanto da fare


sweetcorn